GEOLOGO ALIPERTA ALFONSO

Servizi

Lo Studio Tecnico del Geologo Aliperta si avvale dei seguenti standard qualitativi per l’espletamento delle prestazioni professionali:

Contenuti minimi della Relazione Geologica

La Relazione Geologica eseguita ai sensi del DM 14.1.2008, viene redatta a valle di un processo di acquisizione dati che comprende un numero di sopralluoghi rapportato alla complessità del sito e dell’opera in progetto, in concomitanza dei quali si procede ad un rilevamento geologico/geomorfologico di dettaglio, alla misurazione del livello di falda da eventuali pozzi presenti, cui segue un esame del quadro vincolistico e delle conoscenze pregresse. Essa possiede i seguenti contenuti minimi:

  • Inquadramento territoriale
  • Caratteri Geologici del Sito
  • Caratteri Geomorfologici del sito
  • Inquadramento Tettonico e Geologico – Strutturale
  • Idrologia ed idrogeologia
  • Sismicità Storica
  • Compatibilità con i vincoli PAI ed altri vincoli territoriali
  • Valutazione del grado di stabilità (se necessario mediante verifiche analitiche)
  • Fattibilità geologica dell’intervento

Contenuti minimi della Relazione Geotecnica

Sulla scorta dei primi rilievi geologici di superficie, in funzione delle caratteristiche costruttive e della tipologia di terreni che si prevede siano presenti nel sottosuolo, viene progettato un piano delle indagini che dovrà consentire una esaustiva caratterizzazione geotecnica dei substrati di progetto.

La descrizione delle indagini e la parametrazione fisico – meccanica dei terreni sarà contenuta all’interno della Relazione Geotecnica, secondo i seguenti contenuti minimi:

  • Descrizione delle indagini eseguite
  • Risultati delle indagini eseguite
  • Profilo geotecnico di progetto e definizione dei parametri caratteristici
  • Valutazione del potenziale di liquefazione
  • Indicazioni sulla Scelta tipologica delle fondazioni
  • Eventuali raccomandazioni per la fase esecutiva
  • Calcolo della capacità portante e dei cedimenti (se richiesto)
  • Verifica analitica a liquefazione (se necessario)

In caso di ammassi rocciosi si procederà, a seconda delle necessità, ad una loro caratterizzazione speditiva mediante il metodo GSI oppure rigorosa con il metodo di Beniawsky.

Contenuti minimi della Relazione sulla Pericolosità Sismica

La Relazione sulla Pericolosità Sismica di base è redatta ai sensi del DM 14.1.2008, con lo scopo di valutare gli effetti locali di sito che possono determinare un’amplificazione del moto sismico.

La procedura semplificata, partendo da parametri fissati dalla normativa in funzione della tipologia di opera (classe d’uso) e dal sito (ag), ricava i fattori amplificativi legati alla stratigrafia (Ss) e/o alla topografia (St), mediante i quali si definisce l’azione sismica e gli spettri di progetto.

L’analisi numerica (monodimensionale), partendo da un set di accelerogrammi spettro compatibili e da un’accurata modellazione del sottosuolo fino al bedrock sismico, consente di risalire ad uno spettro di progetto diverso a secondo dello stato limite considerato.

Ricerche e concessioni idriche

Lo Studio, oltre a fornire delle indicazioni di massima circa la fruttuosità della ricerca idrica sulla scorta dell’analisi di dati geologici e/o di specifiche indagini in sito, cura gli aspetti procedurali ed amministrativi necessari ad ottenere il Permesso di Ricerca da parte delle autorità competenti (Provincia o Regione).

È prevista l’assistenza al cliente nelle fasi di ricerca, con visite periodiche al cantiere, in numero necessario a determinare la bontà delle lavorazioni ed utili ed a ricavare, in caso di esito positivo delle trivellazioni, dati utili (prove di portata) a determinare la Curva Caratteristica del pozzo ed i principali parametri idrologici dell’acquifero.

Tali dati, uniti alle caratteristiche tecniche del progetto di derivazione e ad una valutazione della potenzialità idrica del bacino di alimentazione faranno parte del Progetto di derivazione redatto secondo gli standard previsti dall’ABR.

Studi geomorfologici per la Pianificazione Territoriale

Per la redazione di Studi geomorfologici attinenti la pianificazione comunale, a scala comunale (PSC e PSA), per varianti parziali a strumenti urbanistici, lottizzazioni e Piani Comunali Spiaggia, lo Studio adotta lo standard metodologico approvato dalla Regione Calabria con DDG del 30.1.2005 “Contenuti minimi degli studi geomorfologici finalizzati al rilascio del parere di compatibilità geomorfologica per i differenti livelli di pianificazione”.

Utilizzazione agronomica delle acque di vegetazione

Lo studio tecnico Aliperta, si occupa anche dell’utilizzazione delle acque di vegetazione dei reflui oleari, individuando sulla scorta delle prescrizioni di legge, le aree idonee allo sversamento dei reflui, con l’indicazione di eventuali limitazioni / accorgimenti atti ad impedire erosione del suolo e/o inquinamento di falde acquifere.