Impianti di riscaldamento radiante a soffittosezione

Impianti di riscaldamento radiante a soffitto

I sistemi di riscaldamento a soffitto funzionano sfruttando il principio del calore radiante, un po’ come il sole.
Tutte le superfici vengono riscaldate per radiazione termica incidente, diretta o indiretta. Per esempio, il pavimento che si trova sotto a un tavolo sarà riscaldato per radiazione termica indiretta (0,5 °C in meno rispetto a un pavimento esposto a radiazione diretta). Il segreto sta tutto nello scambio per irraggiamento.
Le superfici riscaldanti tradizionali riscaldano l'aria ambiente, distribuendola mediante circolazione - convenzione nell'ambiente medesimo. Il riscaldamento a soffitto funziona come il sole, secondo il principio dello scambio per irraggiamento tra superfici calde e fredde. Ciò vuol dire che una superficie più fredda assorbe, sotto forma di radiazione termica, maggiore energia di quanta ne possa emettere nell'ambiente più caldo in cui è posizionata (il corpo più freddo assorbe maggiore energia per radiazione termica di quanta ne cede per potersi riscaldare). Di conseguenza, l'aria ambiente non viene riscaldata direttamente bensì indirettamente attraverso tutte le superfici a loro volta riscaldate direttamente o indirettamente dal soffitto.

INSTALLAZIONE
I pannelli radianti a soffitto sono in genere costituiti da moduli metallici o in cartongesso di varia forma appesi al soffitto: si tratta di pannelli a vista al di sopra (o all'interno) dei quali è installato il tubo. Anche in questo caso si tratta di riscaldamento radiante, che corre lungo tutto l’appartamento per creare un calore diffuso. Per quel che riguarda il circuito idraulico è preferibile adottare linee di dorsali dei tubi che alimentano direttamente i pannelli del controsoffitto senza ricorrere a collettori di distribuzione secondari.
Molto più raro è il caso delle tubazioni annegate direttamente nella struttura del solaio. Sono per lo più usati per il raffrescamento (si parla in questo caso di soffitti freddi): infatti le condizioni di benessere ottimale prevedono che la temperatura a livello dei piedi sia lievemente superiore rispetto alla testa. Per questo motivo, nel caso del riscaldamento, le temperature massime ammissibili dipendono fortemente dalla altezza di installazione.

TEMPERATURE E RENDIMENTO TERMICO
Nel sistema dell’impianto del riscaldamento a soffitto circola acqua a bassa temperatura (min 29°C – max 35°C). Il rendimento termico dell’impianto di riscaldamento a soffitto è legato alla struttura e alla composizione del soffitto: per una buona resa dell’impianto, sono fondamentali: il tipo di rivestimento, lo spessore e la resistenza termica dello strato isolante.

VANTAGGI
Trasporto di calore meno ostacolato: il pannello a soffitto non è ostacolato da arredi e non presenta la necessita di intervenire sul pavimento/basamento dello stabile, (cosa non di poco conto se si considera la natura costruttiva e il campo di utilizzo dei capannoni industriali, dove sono spesso presenti dei macchinari in numero, peso ed ingombro elevato).
Grazie alla loro ampia superficie radiante, i sistemi di riscaldamento a soffitto assicurano un livello di temperatura uniforme all'interno degli ambienti. La radiazione termica viene assorbita al 90% circa da tutte le superfici presenti nella zona di irraggiamento. La percentuale di irraggiamento arriva fino al 98%.

Username Password