il beagle elisabeth

"Non tutti sanno che fino al XIX° secolo è esistita una varietà di Beagle nota come Beagle Elizabeth. Scopriamone insieme la storia. Il nome deriva da una Regina inglese, la più grande appassionata di Beagle di tutti i tempi: la Regina Elisabetta I d'Inghilterra (1533-1603) Elizabeth appunto figlia di Enrico VIII e Anna Bolena. Elisabetta ereditò alcuni esemplari di Beagle, di cui il più alto individuo misurava 26 cm al garrese ed altri sfioravano i 18 cm. Questi Beagle in miniatura erano ovviamente il risultato di una precisa e lunga selezione, dato che un Beagle misura dai 33 ai 40 cm al garrese.

Si trattava di Beagle nani ma con l'istinto di segugio intatto. Grazie alle loro ridotte dimensioni, essi potevano essere trasportati nelle borse da sella. I Beagle Elizabeth venivano anche chiamati rabbit Beagle,(Beagle da coniglio), pocket Beagle (Beagle tascabile) e persino dwarf Beagle (Beagle nano). Alla fine, però, il nome Beagle Elizabeth ebbe la meglio, in onore della Regina.

Questa tipologia canina ebbe una certa diffusione verso la metà del XIXº secolo, per poi scomparire definitivamente alla fine dell'Ottocento. AI NOSTRI GIORNI IL BEAGLE ELISABETH NON ESISTE PIU'!!!!!!

A quanto pare, non tutti ne sono convinti: capita ancora di leggere annunci di persone che vendono Beagle Elizabeth. Chiunque cerchi di proporvi dei cuccioli Elizabeth, o non sa quello che dice o sta cercando di ingannarvi! Ritengo che in questi dubbi casi, si possa trattare di Beagle non di razza pura, incrociati con un'altra razza al fine di ridurre le dimensioni. Occhio!"