3D DI PILLONI FRANCESCO

Deratizzazioni a Sassari

Le tre specie sono il Rattus norvegicus, il Rattus rattus e il Mus musculus e presentano peculiarità che ne permettono la facile identificazione; in particolare riguardo all'habitat, le caratteristiche fisiche e le abitudini alimentari.
Vivono tutti prevalentemente in case, soffitte, magazzini, iCaratteristiche fisiche
Le capacità sensoriali sono molto sviluppate, e ne facilitano la sopravvivenza.
Il gusto permette di scegliere cibi adatti e rifiutarne altri (di solito rifiutano cibi nuovi e questo va tenuto presente nell?utilizzo di esche).
L'odorato è molto sviluppato e permette loro di seguire percorsi marcati con urina e secrezioni genitali, oltre che segnare il proprio territorio.
L'udito è acuto e percepisce anche gli ultrasuoni.
La vista invece è ridotta, adatta al buio e non distingue i colori.
L'agilità è diversa nelle diverse specie, e idonea al diverso ambiente e modo di vitaIl Rattus norvegicus può saltare in alto fino a 70 cm, in lungo supera il metro.
- Il Rattus rattus è un buon arrampicatore.
- Il Mus musculus può saltare solo 35 cm, è anch'esso un buon arrampicatore.

Le prime due specie possono risalire anche nei sifoni dei gabinetti, e possono attraversare buchi di appena 12 mm di diametro. Il terzo passa anche in buchi di appena 6 mm.


Molte fiabe e leggende raccontano di grandi campagne di lotta contro migliaia di questi piccoli esseri, che infestavano intere città. Possiamo, visto il genere, ben immaginare l'epilogo: l'uomo vince la sua guerra e, in un ambiente libero e pulito, riposa stremato e felice.
Ma come in ogni storia che meriti un seguito, ecco che spunta un piccolo topolino che, dopo uno sguardo tenero all' uomo assorto nella sua illusione, scappa via in cerca di un posto migliore.
Leggende a parte, possiamo stare certi che il nostro roditore troverà un nuovo posto in cui insediarsi, e questo grazie alla sua straordinaria capacità di adattamento, tale da permettergli di occupare spazi sempre diversi. Tutto ciò associato all'incredibile prolificità: una sola femmina attiva vanta 6/7 figliate per anno di 6/10 individui per una e i conti sono presto fatti.


L'uomo certamente offre un habitat ideale per la proliferazione dei roditori: centri storici cadenti, vecchie abitazioni, reti fognarie dissestate, orti e giardini incolti, e, cosa più importante, costante presenza di cibo (sotto forma di rifiuti domestici non sempre allontanati con la dovuta celerità)
Topi e ratti si rendono responsabili di una serie di danni economico-sanitari tali da motivare l'uomo a vincere, se non la guerra, almeno le singole battaglie.
Questo richiede però una efficace organizzazione tecnico-operativa associata all' utilizzo dei prodotti più innovativi, al fine di fornire un servizio sicuro ed efficiente.

La 3D di Pilloni Francesco, è in grado di offrire tutto questo:

Una buona derattizzazione richiede una corretta gestione del territorio, per questo il personale specializzato eseguirà uno studio dell'area da trattare, per poi mettere in atto la giusta strategia.

L' intervento consterà dunque di due fasi principali:

1) Valutazione dell'infestazione murina della zona da trattare con conseguente prima posa di esche protette (a norma l. 626/94).
2) Successivi controlli ravvicinati di sostituzione delle esche e monitoraggio dell'infestazione.

Deratizzazione a Sassari