3D DI PILLONI FRANCESCO

Disinfezioni a Sassari

Contro i microrganismi patogeni interviene la disinfezione, che ha lo scopo di distruggere tutti quelli presenti nell'ambiente.
Questi microrganismi sono capaci di provocare infezioni e malattie all'uomo e vengono comunemente trasmessi sia dagli uomini stessi che dagli animali infetti. La caratteristica principale è quella di riuscire a vivere a lungo all'esterno del corpo umano, in quanto molto resistenti alla luce solare, alle basse temperature e alla scarsa umidità.

Da essi derivano il bacillo della Tubercolosi e del Carbonchio, il virus dell'Epatite A e dell'Afta epizootica, il batterio della Salmonellosi. I trattamenti di disinfezione si rendono particolarmente necessari in quegli ambienti dove esistono collettività e situazioni di affollamento (scuole, uffici pubblici, biblioteche) e ovunque si voglia garantire un alto margine igienico-sanitario, e avvengono mediante apparecchi irroratori e nebulizzatori con preventiva chiusura ermetica, mediante bande adesive applicate lungo le porte e le finestre, dei locali da trattare, onde evitare fuga dei prodotti impiegati.

La 3D Disinfestazioni si occupa con successo da molti anni di sanificazioni ambientali e igienizzazione degli ambienti  nei settori: Alimentare, Ospedalieri, Pubblico (scuole, comuni, società sportive e ricreative) e Privato utilizzando la sinergia di manodopera altamente qualificata con tecnologie avanzate in:



DISINFEZIONE

La disinfezione è una misura atta a ridurre tramite uccisione, inattivazione o allontanamento/diluizione, la maggior quantità di microrganismi quali, batteri, virus, funghi, protozoi, spore, al fine di controllare il rischio di infezione per persone o di contaminazione di oggetti o ambienti.

Il concetto di disinfezione se applicato a superfici e ambienti ha diverso significato rispetto alla sterilizzazione; infatti per sterilizzare si intende l'eliminazione e/o inattivazione totale di qualsiasi forma vivente, compresi virus e spore e nematodi.


Si usano le seguenti forme di disinfezione:

  • Disinfezione con mezzi naturali.
  • Fisici.
  • Radiazioni solari (i raggi ultravioletti hanno azione battericida).
  • Essiccamento (mediante evaporazione si provoca la morte del germe).
  • Temperatura (> 37°C riduce la vitalità e > 45°C comincia a uccidere i germi).
  • Biologici: Concorrenza vitale (in alcuni casi i germi saprofiti si riducono facilmente impedendo la sopravvivenza a quelli patogeni).
  • Diluizione (se i germi patogeni sono diluiti nei veicoli, tipo l'acqua o l'aria, difficilmente raggiungono la quota batterica necessaria perché l'infezione si
  • trasformi in malattia).
  • Disinfezione con mezzi artificiali.
  • Disinfezione fisica.
  • Pastorizzazione e trattamento U.H.T.
  • Calore secco (stufe ad aria calda da laboratorio e muffole).
  • Calore umido e vapore(autoclave).
  • Fiamma, incandescenza e combustione.
  • Ebollizione, lavaggio chemiotermico (lavastoviglie, macchine da lavare).
  • Radiazioni ionizzanti (raggi UV, raggi gamma).
  • Filtrazione asettica (cappa a flusso laminare).
  • Disinfezione chimica con agenti disinfettanti quali: Alcoli come propanolo, alcol isopropilico, etanolo. Aldeidi come formaldeide, glutaraldeide, glicossale. Fenoli e derivati come timolo, creosolo. Ossidanti come ozono, perossido di idrogeno, permanganato di potassio. Alogeni come cloro, iodio, bromo, e derivati (ipoclorito di sodio, ipoclorito di litio, iodofori).
  • Guanidina.
  • Detergenti cationici e anionici (sali di ammonio quaternario).


Secondo l'uso si distinguono disinfettanti per oggetti, per le mani, per l'aria e perle superfici di locali.


Effetti di disinfettanti chimici.

Si tenga presente che i disinfettanti sono sostanze da usare con criterio: un uso eccessivo e frequente è sconsigliabile poiché gli agenti patogeni da debellare potrebbero sviluppare, più o meno rapidamente, una resistenza al prodotto utilizzato.